“iiiiiiiiiiiiiiiiiiiii” di Barbro Lindgren, LupoGuido

Giocare è creare mondi e dentro questi mondi si sperimentano le emozioni.

“iiiiiiiiiiiiiiììì” è il suono dell’emozione di uno dei due protagonisti, e anche l’originale titolo di questo delizioso albo di Barbro Lindgren, pubblicato dalla casa editrice LupoGuido.

La quarta di copertina racconta che si tratta di due fratelli, uno grande e uno piccolino, ma potrebbe trattarsi anche di un papà con il proprio figlio, o più in generale di una coppia di gioco nella quale uno dei due coinvolti conduce e crea degli scenari in cui perdersi.

Come in molti albi che raccontano la fantasia creatrice, anche in questo l’autrice sceglie di mostrare sulle tavole direttamente la dimensione fantastica: i luoghi sono quelli che i bambini annunciano nel loro eterno “facciamo finta che” e anche loro stessi prendono da subito le sembianze buffe e pelose dei due gorilla che interpretano.

Papà gorilla e il suo piccolo gorillino si aggirano nella foresta. Da subito i ruoli sono chiari: il maggiore decide cosa si andrà a compiere e il minore è trascinato nella creazione alla quale affida le sue emozioni.

Il tema dell’affidarsi è da subito presente tra le pagine. Affidarsi comporta un abbandono e quindi la fiducia. Abbandono e fiducia sono sempre un rischio perché possono portare, a volte, a confrontarsi con la paura di non essere protetti.

È quello che accade al piccolo gorilla che si trova a trasformare il suo “iiiiiiiiiiiiiiiiii” di gioia ed entusiasmo in un “iiiiiiiiiiiiiiiiii” di spavento quando il regista del gioco decide che entrerà in campo un feroce coccodrillo.

Ma il gioco è necessario anche per sfidare i propri limiti, per sperimentare le emozioni negative. Come nella lettura delle fiabe, dei racconti di paura, anche il territorio fantastico creato dal gioco è un campo privilegiato e contenuto per fare le prime esperienze di ciò che poi si potrà incontrare nel reale, per tirare fuori emozioni vere in una dimensione che non può fare davvero del male.

Non basta però la consapevolezza – che spesso il bambino piccolo non ha – di essere fisicamente in un ambiente protetto, è necessario che protezione venga provata, sentita, soprattutto tramite l’affettività.

Il fratello maggiore – o l’adulto – ne è consapevole: il gioco può essere spinto nel territorio emozionante della paura ma a un certo punto va riportato tra braccia sicure, capaci di mettere in salvo.

Il lettore si rende subito conto che tutto il registro del gioco messo in scena da Barbro Lindgren è in primo luogo affettivo. Il piccolo viene stimolato ma costantemente accolto, anche quando non accetta che venga la notte a placare le corse sfrenate e allora bisogna che sorga velocemente di nuovo il sole sulla giungla.

Colpisce in una storia molto vivace il sottofondo di tenerezza, che si manifesta anche nella chiusa, che sottolinea l’attenzione del fratello (o papà) gorilla alla contentezza del piccolo. Un piccolo che nelle pagine viene spesso richiamato a sentimenti affettivi, alla vicinanza e alla coccola.

Allo stesso tempo però il grande non rinuncia al suo ruolo di leader: è lui che salva, che è velocissimo, che decide e crea, divertendosi anche grazie all’entusiasmo sfrenato del suo compagno di giochi.

Il lettore, a seconda della sua età o del momento, potrà quindi riconoscersi nell’uno o nell’altro protagonista, cogliendo tutta la ricchezza e l’autenticità dello scenario di gioco creato dall’autrice, le emozioni suscitate e il divertimento.

Perfettamente intonate al registro della storia, le illustrazioni sono movimentate, buffe, essenziali, come se fossero tracciate dalla mano di un bambino. Ricche anch’esse di tenerezza, espressive anche nei pochi tratti e minimi colori.

L’”iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii” del titolo ricorre quasi in ogni pagina, invitando chi legge e declinarne l’intonazione secondo le varie emozioni del registro narrativo, dall’entusiasmo alla paura, dall’eccitazione all’improvviso spavento. Il suono onomatopeico permette una lettura ad alta voce vivace, tesa e coinvolgente rendendo il libro molto adatto anche a incontri di gruppo e letture animate.

“iiiiiiiiiiiiiiiiiiiii” scritto e illustrato da Barbro Lingren

traduzione di Laura Cangemi

euro 13,00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...