“Per sempre insieme, amen” di Guus Kuijer, Feltrinelli Kids

Guus Kuijer è un grande autore che ha regalato alla letteratura per ragazzi contemporanea straordinari libri e indimenticabili personaggi. Il suo sguardo sul mondo dell’infanzia e della prima adolescenza è così acuto, poetico e rispettoso da essergli valso, quest’anno, il Premio Astrid Lindgren, uno dei riconoscimenti internazionali più prestigiosi nel settore dei libri per bambini.

Feltrinelli ha pubblicato in Italia, piuttosto recentemente, “Per sempre insieme, amen”, primo romanzo di una serie che vede come protagonista la giovanissima Polleke, undicenne olandese alle prese con la sua famiglia non convenzionale, con la scuola, l’amore, gli amici….Insomma con il quotidiano che, reso tramite le sue osservazioni, intelligenti e scanzonate, lievi ed intense, diviene speciale, si illumina di poesia e genuinità. Così come i suoi versi, calzanti e innocenti, teneri e di delicata e immediata profondità.

A volte la parola cade
come un fiocco di neve
a volte come una pietra,
e tutti dicono: silenzio
lì cade una parola

Polleke fa riflettere il lettore, ma si tratta di una riflessione leggera pur nella sua forza, allietata dal sorriso anche là dove le situazioni non sono esattamente rosee.
Perché la vita della ragazzina non è semplice. C’è un padre inaffidabile e scavezzacollo che ha lasciato lei e la madre per sposare un’altra donna, che poi ha lasciato a sua volta per andarsene un po’ alla ventura, rimanendo invischiato in loschi traffici e brutte situazioni.
C’è la madre, solare ma tutt’altro che pacata, che fa innamorare il maestro della bambina causandole non poco imbarazzo.

Qui giace Polleke,
morta a undici anni
di Madre Strana

E c’è il maestro, appunto, che staziona a casa sua e si fa trovare addirittura in corridoio di notte con un pigiama a righe indosso. E poi ci sono i fratelli e le sorelle acquisiti, l’amica del cuore, i compagni di classe…
E soprattutto c’è Mimun, il suo amato Mimum, coetaneo di origine marocchina costretto dai genitori a rompere il fidanzamento con lei perché promesso ad una ragazza del suo paese.

I tuoi occhi
possono essere così neri
che sembrano l’Africa
e ogni volta che ci guardo dentro
ti vedo là, lontano

Ma Polleke non si perde mai d’animo: lei è poeta e con i suoi occhi e le sue poesie – che inframezzano la narrazione – tutto si colora e diviene naturale e una vena di positività, nonostante i momenti di malinconia, corre costantemente lungo tutte le pagine.

Ed ecco che Spik, il suo papà, molto amato nonostante le mancanze, viene visto come un “poeta che non ha scritto ancora poesie”. Polleke sa vedere il buono che c’è dentro di lui e trova sempre nuove motivazioni per offrirgli una possibilità, sperando di non essere delusa ma rivelando anche serenità e maturità nel momento in cui c’è da mettere un freno alle troppe richieste.
Perché la nostra giovane ed incantevole protagonista è generosa ma decisa, priva di pregiudizi, candida ma forte. A tratti lucida e matura, a tratti deliziosamente bambina.

A casa dei nonni, fuori città, trova i suoi momenti di pace e serenità. Nonno e nonna la accolgono amorevolmente, accettano il suo modo di essere e perfino le sue stravaganti preghiere. Lei che è “zero religiosa” si cimenta alla tavola dei nonni in buffe composizioni di parole rivolte a Dio, che sono insieme tenere, autentiche e divertenti.

Quando vedo una mucca
so che Dio esiste
ma se glielo dico
lei protesta a suon di muu

Alla fattoria Polleke riceve anche un dono speciale: una vitellina tutta per lei, alla quale assegna il suo stesso nome. L’animale diviene compagna e consolazione, dispensatrice di calore e creatura da accudire.
Tanto importante che perfino Mimum troverà il modo di sfidare il volere dei genitori per raggiungere la ragazzina in treno e recarsi insieme a lei in campagna.

Tutto dev’essere così com’è
un pesce nell’acqua,
un uccello nel cielo,
una mano nella mia,
la sua

Sono tanti gli aspetti che colpiscono e incantano del libro di Guus Kuijer. Uno su tutti, che si ritrova anche negli altri suoi romanzi, è la perfezione del suo “sguardo bambino”. L’autore si fonde mirabilmente con il suo personaggio e lo rende con rara autenticità. Leggendo pare che le pagine siano scritte davvero da Polleke, che non ci sia alcun filtro, alcuna invenzione letteraria.

Poi c’è la capacità di parlare di temi, anche profondi e delicati, con una lievità che accarezza il lettore.
I temi della famiglia frammentata e ricostituita, dell’immaturità genitoriale, della multicultura e l’integrazione, della droga perfino, vengono trattati senza alcun pregiudizio e con l’attenzione volta soltanto ai sentimenti e alle impressioni della protagonista. Non esiste il bene o il male, c’è soltanto l’animo di Polleke, che tutto comprende e vive con la sua freschezza e la sua lucidità.

Una lezione di pensiero per noi adulti e per le nostre, spesso preconcette, categorie mentali che pretendono di inquadrare e giudicare l’intera realtà, senza la dovuta attenzione nei confronti dei bambini dei quali troppo spesso ci facciamo falsi interpreti.

Consigliatissimo quindi, questo libro, non soltanto ai ragazzi che potranno rispecchiarsi in Polleke e sentirsi vicini alla sua sensibilità e alla sua visione del mondo, ma anche ai genitori, agli educatori per smontare un po’, con la poesia e la filosofia della protagonista, le troppe inutile e pesanti sovrastrutture che carichiamo sulle spalle dei più giovani.

(età consigliata: dai 10 anni)

Se il libro ti piace, compralo qui: Per sempre insieme, amen

Annunci

Un pensiero su ““Per sempre insieme, amen” di Guus Kuijer, Feltrinelli Kids

  1. Pingback: A Natale regaliamo un libro! I consigli di Libri e Marmellata | Libri e Marmellata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...