Telefonata con il pesce

Delicato e poetico, l’albo come lo sguardo della piccola protagonista. Lo sguardo che, con affetto e curiosità, rivolge a un suo enigmatico compagno di classe, un bambino dal comportamento insolito, che in classe non parla, non rivolge la parola a nessuno, che siano adulti o coetanei. Non ci sono nomi, c’è solo l’”io” narrante e…

Pubblicità