Collana Lilliput di Edizioni La Spiga

Una gran bella sorpresa questa nuova collana di storie per bambini pubblicata dalla casa editrice La Spiga, marchio tradizionalmente dedito all’editoria scolastica e didattica.
Si chiama Lilliput e nella sua presentazione, riportata nella prima facciata di ciascun libro, non manifesta alcun intento specifico se non quello, più nobile di tutti, di raccontare storie. Le storie sono quindi il motivo portante della serie, anzi: “storie con bellissime parole e bellissime figure”. E ciò non può che renderci felici.

Soprattutto perché, dai tre albi che ho avuto il piacere di visionare, posso affermare che le promesse sono mantenute: la parola d’ordine “qualità” è una delle prime che viene in mente sfogliando queste pagine.

Il lancio della collana è con sei titoli e spiccano i nomi di autori e illustratori: Silvia Vecchini, Guia Risari, Simona Mulazzani, e ancora Maria Giron, Annamaria Gozzi e Pino Pace. Nomi noti a chi bazzica la letteratura per l’infanzia in Italia che solitamente sono una garanzia per competenza e creatività.

Anche la cura editoriale salta subito all’occhio. Si tratta di piccoli albi in brossura, leggeri, agili ed economici, ma le copertine sono molto belle, così come la qualità della carta, le scelte tipografiche e tutto ciò che contribuisce a rendere gradevole e benfatto l’oggetto libro. Anche i bordi stondati denotano attenzione verso i piccoli fruitori.

Le tipologie di storie sono molto diverse tra di loro: si passa da racconti di quotidianità, dove sentimenti, emozioni  e rapporti sono centrali – come in “Una bugia vera” – a storie gaie, tenere e sorridenti come “Il gomitolo azzurro”.

Del primo colpiscono le morbide e realistiche illustrazioni di Maria Giròn. Su sfondi bianchi o chiari bambini rosei, dalle espressioni vive, e i loro famigliari. Pochi altri particolari domestici a ravvivare le scene, sobrie ed eleganti, dai colori graffiati.

lilliputint1

L’insieme è caldo, sa di famiglia e riesce a rendere perfettamente le emozioni e lo spirito della storia. Che narra del sentimento di un primogenito verso la sorellina, piccina e tenera, che attira le attenzioni di tutti. Un dispettuccio e Cecilia piange – piange come sempre fa, accidenti. Tocca raccontare una bugia, che è dapprima minuscola, come un piccolo ragno che avrebbe morsicato la bambina causandone le lacrime, ma poi, raccontandola, cresce e cresce e diventa molto più spaventosa, come un ragno grosso, dalle zampe lunghe.
E se il ragno arrivasse davvero, magari di notte, a mettere divorare fratellone e sorellina? Basta allora stringersi in un letto e dirsi che ci si vuol bene…Sarà un bugia, questa, o no?
Oltre alle figure, pregiato è anche il testo di Annamaria Gozzi, nel quale il narratore in prima persona è il protagonista, Leo. Parole vicine allo spirito d’infanzia, candide e autentiche. Il risultato è toccante ma anche divertente, per la logica deliziosa dei bambini che l’autrice riesce a rappresentare molto bene.

Nel secondo albo si cambia del tutto registro e si capisce dalle illustrazioni, dal tratto semplice e infantile, molto allegre. Colori compatti e accesi per figure dal segno geometrico: alberi, casette e animali e lei, la protagonista, la signora Isadora, dalla crocchia grigia che contrasta con la giovanile salopette jeans, le gote rosa e il sorriso gentile. Anche la storia, a firma di Silvia Vecchini, è semplice ma affatto banale.
E’ un racconto di amicizia, di gentilezze ricambiate, una storia sul piacere di aiutare gli altri, azione che pur se compiuta disinteressatamente saprà ben rendere, al momento opportuno.

lilliputint2

E gli altri libri?

Abbiamo il racconto della giornata di una bimba, un po’ buffa e un po’ scanzonata, originalmente raccontata da Susanna Mattiangeli usando il tema delle porte che si aprono e chiudono durante le ventiquattr’ore, dalla porta della stanza al mattino al portone della scuola.

lilliputint3

Ancora la delicatezza di Guia Risari e di Simona Mulazzani a narrare le fantasie di una bambina che si immagina nelle penne di un uccellino. Le tavole piene dai colori armoniosi sono una gioia per gli occhi, carezzevoli, ben intonate alla poesia delle parole.

lilliputint4

E poi una storia di gatti, che sono sempre simpatici amici, e, con un occhio ai prossimi mesi, una storia di Natale, piuttosto fantasiosa perché c’è perfino un razzo per andare sulla luna.

lilliputint5

Una collana già ricca dalla nascita, che accogliamo con gioia e che terremo sott’occhio, sperando che ci riservi altre belle sorprese.

(I libri sono disponibili anche nella versione per iPad, inoltre sul sito www.leggolilliput.it sono disponibili proposte didattiche e di lettura)

(Età consigliata: dai 4 anni)

Se i libri ti piacciono, comprali QUI:

lilliput1“Una bugia vera” di Annamaria Gozzi e Maria Giròn, La Spiga Edizioni, 2016, 4,90 euro  (UNA BUGIA VERA)

 

 

 

 

 

lilliput2“Il gomitolo azzurro” di Silvia Vecchini e Ekaterina Trukhan, La Spiga Edizioni, 2016, 4,90 euro (IL GOMITOLO AZZURRO)

 

 

 

 

lilliput3“Dove porta” di Susanna Mattiangeli e Chiara Baglioni, La Spiga Edizioni, 2016, 4,90 euro (DOVE PORTA)

 

 

 

 

 

lilliput4“Se fossi un uccellino” di Guia Risari e Simona Mulazzani, La Spiga Edizioni, 2016, 4,90 euro (SE FOSSI UN UCCELLINO)

 

 

 

 
lilliput5“Dov’è la casa di gatto Nerone?” di Pino Pace e Isabella Grott, La Spiga Edizioni, 2016, 4,90 euro (DOV’E’ LA CASA DI GATTO NERONE?)

 

 

 

 

lilliput6“Tilda e la luna” di Umberto Sebastiano e Valeria Petrone, La Spiga Edizioni, 2016, 4,90 euro (TILDA E LA LUNA)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...