Giochi di luce nel bosco, di notte

giochilucecop

Il piacere dell’esplorazione, la gioia dell’avventura, in un delizioso albo illustrato senza parole che lo scorso anno ha vinto il prestigioso Bologna Ragazzi Award nella categoria Fiction.

Portato in Italia da Terre di mezzo (l’edizione originale è a cura dell’editore americano Chronicle Books) il libro, come molti altri silent book, si offre a continue osservazioni e scoperte, a narrazioni parallele alla principale, all’individuazione di dettagli da collocare in una o tante storie.

Anche l’invenzione stilistica che sostiene la narrazione è, allo stesso tempo, semplice e originale, immediata ed efficace. La storia si svolge di notte e quindi le scene prevedono uno sfondo nero (i disegni sono infatti realizzati su carta nera), a dar l’idea di buio, mentre le figure e i particolari sono disegnati con un tratto bianco. L’effetto è quello del gesso su una lavagna. Un bambino però si muove nell’oscurità, munito di torcia, col la quale illumina gli angoli del bosco che attraversa. Ciò che è investito dal cono di luce si colora e le tinte vive e squillanti rendono il senso della scoperta, della varietà, della meraviglia, della vivacità che, anche nella notte scura, anima la natura.

La passeggiata del piccolo può essere anche ricondotta all’idea di una sfida alle paure sulla scia della curiosità, alla capacità conquistata di muoversi in un territorio oscuro e poco familiare per conoscere.  E il coraggio sarà premiato con sorprese di amicizia e meraviglia.

giochiluce5

Una tenda sul limitare del bosco, una pila accesa per leggere un libro e, all’improvviso, il desiderio di spingersi all’esplorazione. Uno stivaletto, poi l’altro ed ecco che si può iniziare la passeggiata, tra pipistrelli, civette, topolini, puzzole…In un fiume che scorre placido trascinando rami nella corrente c’è la tana di un castoro, in buchi nella corteccia si scorgono altri rifugi per animaletti. E poi sempre più vita! Fiori, foglie, perfino frutti da mangiare. E tanti animali che, pagina dopo pagina, animano le scene, sempre più numerosi, sempre più incuriositi da quell’ospite insolito che passeggia e illumina ora qua ora là.

giochiluce4

Fin quando un masso sporgente non fa capitombolare il piccolo esploratore, la torcia sfugge di mano e dopo un lento volo cade a terra, poco oltre. Cosa accade? Una sorpresa! Anche agli abitanti dei boschi piacciono i giochi di luce e, finalmente, ci si può divertire tutti insieme, fino al momento di tornare a riposare.

giochiluce3.jpg

Un canovaccio semplice per una storia che può arricchirsi in tante direzioni diverse. Il fascio che illumina è un invito ad osservare, e dopo le prime pagine verrà spontaneo ricercare nelle figure in bianco su sfondo nero gli stessi oggetti o personaggi che sono stati prima illuminati e, viceversa, meravigliarsi per i colori di ciò che fino ad allora si era scorto sono nel buio.

Ad ogni voltar di pagina la scena si affolla, pullula di un numero maggiore di animaletti. Ogni doppia facciata ha una sorpresa, a volte evidente, a volte da ricercare con attenzione.

E poi altri dettagli, come una farfalla che resta sempre colorata e che è presente in ogni scena, la luna che gioca a nascondino tra gli alberi e che col la sua luce fa risaltare i colori di alcuni fiori o foglie, le fustellature che, come piccoli occhi, si aprono sulle pagine precedenti o successive acquisendo nuovi significati…Un albo, un gioco e un invito, poi, ad esplorare davvero, là in mezzo alla natura di fuori, o a sperimentare come una luce possa modificare la percezione della realtà intorno.

giochiluce1

Concludo con la motivazione della giuria che ha assegnato a “The Flashlight” (titolo originale) il Bologna Ragazzi Award:

“Si sta facendo buio e un bambino sbircia dalla tenda per guardare nell’oscurità. Usando la torcia, scopre la natura amica del mondo di notte. Questo libro è una poesia visiva, caratterizzato da illustrazioni deliziose e originali su carta nera, col colore limitato agli spazi illuminati dal fascio della torcia. The Flashlight racconta una storia semplice eppure profonda della curiosità di un bambino che supera le sue paure”

“Giochi di luce” di Lizi Boyd, Terre di Mezzo, 2016, 36 p., 13,90 euro

(Età consigliata: dai 3 anni)

Se il libro ti piace, compralo qui: Giochi di luce

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...