I BON BON – “E’ una parola” & “La mia vita secondo me”

“E’ una parola” di Arianna Papini, Kalandraka

parolacopDelicato e profondo, un albo che racconta ai bambini, con concetti semplici, tratti da esperienze quotidiane che i piccoli lettori possono comprendere, uno dei sentimenti e dei legami emotivi più importanti e maggiormente significativi per la crescita: l’amicizia.

Costruito come un piccolo indovinello, una catena di dolci suggerimenti che, attraverso parole evocative e illustrazioni giocose e originali, conduce alla sua soluzione, tracciandone, nel percorso, la definizione.

L’amicizia così si compone, e viene resa viva, da tante altre parole, che, pur non essendo menzionate, fanno capolino dietro le calde immagini rappresentate.
Ci sono il confronto, la sintonia, la sicurezza, la fiducia, la gioia di stare insieme, il conforto, l’appoggio e il sostegno reciproco, la confidenza, la possibilità di essere a proprio agio…tante piccole tessere di un puzzle complesso e sfaccettato, ricco e fondamentale per adulti e bambini.

Del bisogno di parlare dell’amicizia, di radicarla in qualche modo a gesti ed emozioni solide e dense di significato, di ribadirne il valore, l’autrice è fermamente convinta, dato il dilagare di banalizzazioni e spesso usi generici ed approssimativi della parola “amico”.
I bambini, invece, nella loro immediatezza e capacità di sentimenti, spesso sono i primi a farne esperienza profonda. Ed è così che proprio dal loro mondo, dalle loro modalità di stare insieme, dalla gioia e insieme dall’importanza che essi sanno dare alla vicinanza e alla condivisione, nasce una definizione nuova ma densa, del concetto di amicizia.
Che è sì un sentimento universale e fondamentale ma, allo stesso tempo, come si usa esclamare quando un’impresa richiede impegno, costanza e cura, è “una parola!”, sottintendendone la difficoltà.

Dotate di gran carattere, dolcezza e originalità, come al solito, le illustrazioni che qui, in particolare, si vestono di una gaiezza e una giocosità quanto mai accentuate.
Animali piccoli e grandi (anzi sovente contrapposti, nelle coppie, per dimensioni e fattezze) che si scambiano sorrisi, gesti e teneri ammiccamenti, in tinte vivaci ma che, nella composizione, risultano sempre delicate.
E i consueti pesci alati che tanto caratterizzano l’autrice e che a me, personalmente, suggeriscono ogni volta, pensieri di libertà e fantasia.

Consigliato da 3 anni

parola1SCELGO QUESTO LIBRO PER: perché racconta e valorizza l’amicizia; per la semplicità e l’accuratezza delle immagini scelte per parlarne; per la costruzione intelligente; per l’originalità e la dolce bizzarria delle illustrazioni

NON MI CONVINCE MOLTO PER: nessun aspetto da rilevare

DA NOTARE CHE: per approfondire segnalo la bella intervista ad Arianna Papini sul blog della casa editrice (libripersognare). Leggi qui.cornicetta

“La mia vita secondo me” di Anna Carey, Giralangolo

vitasecondomeScanzonato e spassoso, il diario della quattordicenne Rebecca Rafferty, alle prese con una madre imbarazzante, compagne di scuola invadenti, primi amori e primissimi passi nel mondo della musica e dell’affermazione di sé, è una lettura per adolescenti frizzante e briosa, gustosa e leggera senza peccare di banalità o superficialità.

Gli ingredienti giusti ci sono tutti: una narrazione in prima persona vivace e coinvolgente, un ritmo discreto, situazioni divertenti ma in fin dei conti realistiche, nelle quali molte coetanee della protagonista si possono rispecchiare, un linguaggio scorrevole ma non sciatto, un’eroina di buon piglio ed entusiasmo ma allo stesso tempo dotata delle timidezze, le ritrosie e le piccole spigolosità caratteristiche dell’età.

Rebecca, secondo anno di superiori, due amiche del cuore, una sorella maggiore di pochi anni ma dagli atteggiamenti già “navigati”, ha la sventura di avere una madre che di professione fa la scrittrice di romanzi. E, come se non bastasse questa continua esposizione agli apprezzamenti da parte di estranei (o peggio: professori!) riguardo al lavoro materno, la cara genitrice si improvvisa addirittura…autrice di libri per ragazzi, scrivendo una storia dichiaratamente ispirata alla vita – e alle “pagliacciate” – delle sue figlie!

Come sfuggire a tanto imbarazzo? Rebecca, per fortuna, sceglierà la via più sana, costruendo e affermando i suoi spazi, stringendo saldamente il legame con le sue più care amiche e fondando, con loro, niente meno che una band musicale. E se, tra una canzone e l’altra, c’è spazio anche per una sbandata per un affascinante coetaneo che consegna i giornali a domicilio, ben venga.

L’importante è dimostrare che la sua vita è esattamente quella “secondo me”, perché la conquista della propria autonomia, della capacità di scegliere, impegnarsi e assecondare, coltivandole, le proprie passioni è uno dei passaggi più importanti che traghettano, negli anni dell’ adolescenza, dall’infanzia all’età adulta.
E infondo è bello alla fine scoprire che i genitori, dai quali tanto si vuole prendere le distanze, così malaccio non sono. Pur nella loro capacità di non azzeccarne mai una.

Un romanzo gradevole che piacerà alle ragazzine grazie alle situazioni familiari e alle emozioni note che mette in scena. Ma che, tra le righe, riesce a comunicare più in profondità di ciò che potrebbe apparire, raccontando, tra le varie avventure spensierate, anche di crescita, autoaffermazione, legami e conquista degli spazi di autonomia.
E sapendo ben rappresentare il periodo e i moti tipici dell’adolescenza.

Consigliato dai 12 anni

SCELGO QUESTO LIBRO PER: per la storia divertente e vivace; per la protagonista ben tratteggiata e credibile; perché tra le righe di un racconto leggero parla di crescita e conquista dei propri spazi.

NON MI CONVINCE MOLTO PER: nulla di significativo da segnalare, forse l’unica pecca è la mancanza di una vera nota originale nella storia, che si sviluppa in fondo in maniera abbastanza classica e prevedibile.

DA NOTARE CHE: “La mia vita secondo me” è il primo romanzo dell’autrice, giornalista irlandese e ha vinto nel 2011 l’Irish Book Awards come miglior libro per giovani adulti. E’ appena uscito il sequel in lingua orginale.

Se il libri ti piacciono, comprali qui: È una parola
La mia vita secondo me. Il diario di Rebecca Rafferty

Annunci

Un pensiero su “I BON BON – “E’ una parola” & “La mia vita secondo me”

  1. Pingback: “È una parola” su Libri e Marmellata | libripersognare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...