“Chitty Chitty Bang Bang” di Ian Fleming, Salani

chittycopIan Fleming è noto ai più per la paternità letteraria del celeberrimo agente segreto 007. James Bond, infatti, prima di essere protagonista di una ricchissima serie di film diventati di culto, è stato personaggio di penna e carta di una serie di romanzi scritti appunto dall’autore inglese tra gli anni cinquanta e i sessanta.

Mentre si dedicava ai libri di spionaggio, Fleming, per diletto personale, ha anche portato a termine un piacevolissimo racconto per bambini – anch’esso trasposto successivamente per il cinema in una pellicola di successo, con la sceneggiatura di Roald Dahl – dal titolo “Chitty Chitty Bang Bang”, edito qualche anno fa in Italia da Salani.

Un racconto dal carattere avventuroso, dal ritmo avvincente e ricco di colpi di scena, ma, allo stesso tempo, scritto in uno stile pacatamente “british”, misurato, lievemente ironico, serio senza essere freddo, piano senza essere noioso.

Una storia che ha il sapore d’altri tempi, quando le auto erano più rare e quindi accudite quasi come esseri vivi, le fuoriserie da corsa toccavano addirittura i 160 km all’ora e le siluette erano ben diverse da quelle cui siamo abituati, sicuramente meno aerodinamiche ma affascinanti.

Un libro denso di eventi magici e di fantasia che, alla lettura, paiono quasi possibili, con una resa che definirei cinematografica che permette una visualizzazione concreta delle vicende narrate che paiono svolgersi proprio davanti agli occhi di chi legge. O meglio, di chi ascolta.
Sì, perchè “Chitty Chitty Bang Bang” è un testo perfetto per la lettura ad alta voce, limpido e divertente, diretto e colloquiale.
Da immaginare tra le mani di un coinvolto papà al cospetto di uno o più bambini frementi sotto le coperte, conquistati e ansiosi di sapere come andrà a finire.

Già dall’incipit del libro si capisce bene che la famiglia Pott è di un tipo parecchio speciale. Il padre – Caractacus Pott, comandante di marina in pensione e inventore per diletto – , la madre – la dolce ma risoluta Mimsie  – , i due gemelli vivaci e coraggiosi Jeremy e Jemima.. tutti appaiono subito come perfetti destinatari di straordinarie avventure.

Quando poi papà Pott  – o meglio: il Comandante Pott  – tra un “disco per grammofono mangiabile” e una serie di “patate cubiche facili da tagliare a fette e impacchettare” – riesce ad aggiustare e portare a novello splendore una vecchia e piuttosto malridotta Paragon Panther, gli eventi paiono davvero decollare.
E non solo in senso metaforico! La nuova auto, dopo cure e riparazioni varie, è davvero in grado di volare! Come anche di sfrecciare come il vento, solcare le onde del mare, seguire le tracce di una banda di malviventi…
Tutto merito di Caractacus Pott? Non soltanto. L’incredibile vettura pare addirittura dotata di una volontà propria, un suo cervello tutt’altro che ottuso che la porta a saper reagire prontamente, e in maniera salvifica, nelle situazioni più difficili.

Con una compagna come lei impossibile avere paura e lanciarsi in imprese fantastiche, come quelle della serie rocambolesca raccontata, pare quasi un gioco da ragazzi.
Via allora nei cieli e nelle acque della manica, sfuggendo alle alte maree, facendosi beffe del traffico, fin dentro caverne profonde e spaventosissime, a scoprire arsenali ben forniti, percorrendo tunnel sotterranei che portano fino in Francia, là dove c’è addirittura una masnada di banditi da sgominare e un vecchietto pasticciere da salvare.

La famiglia Pott affronta tutto con intraprendenza e spirito, allegria e ottimismo, tutti uniti e impazienti di vivere l’avventura, perché, come ribadisce il Comandante con il suo delizioso aplomb inglese che sconfina nella saggezza: “Mai dire no alle avventure, anzi dire sempre sì, altrimenti si è destinati a una vita terribilmente monotona».

chittyLa narrazione testuale è inframezzata dalle belle illustrazioni in bianco e nero di John Burningham che sottolineano, con pertinenza e incisività, le tappe della storia affiancando col loro linguaggio le già efficaci descrizioni dell’autore.

(età consigliata: dai 9 anni per la lettura autonoma, dai 7 per la lettura condivisa)

Se il libro ti piace, compralo qui: Chitty chitty bang bang. La macchina magica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...