“Il magnifico lavativo” di Tuono Pettinato, Topipittori

lavativocopRecentemente la bella collana Gli anni in tasca della casa editrice Topipittori – una serie ben nutrita di romanzi autobiografici sull’infanzia, di autori che hanno in qualche modo, più o meno diretto, a che fare con il mondo dei libri per bambini – si è arricchita di alcune pubblicazioni a fumetti, riunite sotto il cartello Gli anni in tasca Graphic.

Uno dei primi titoli usciti in questa veste è “Il magnifico lavativo”, opera vignettistica di Tuono Pettinato, pseudonimo del fumettista ed illustratore Andrea Paggiaro.
Le scenette scanzonate, ironiche, a tratti filosofiche e parecchio umoristiche del libro costituiscono un divertentissimo viaggio a ritroso nel tempo per chi, come la sottoscritta, è quasi coetanea dell’autore.

Tuono Pettinato accompagna i lettori, adulti o bambini che siano, tra i ricordi di quando era piccolo, dalla scuola materna fino alla terza media – simbolico traguardo che identifica il passaggio dall’universo fantastico della fanciullezza e della prima adolescenza alla realtà, un po’ austera e minacciosa, dell’età adulta.
Ci viene però da pensare, immergendoci nelle pagine del libro, che il nostro simpaticissimo autore non si sia mai fatto davvero ingabbiare dal triste pragmatismo dei grandi, ma che abbia serbato, ben stretto, il suo animo infantile, qualcosa di quel magnifico lavativo che sa bene come viaggiare sulle ali della fantasia.

lavativo2

La parola lavativo può sicuramente avere un’accezione negativa: lavativo è colui che sfugge al suo dovere, che non porta avanti i compiti assegnatigli, che rifugge la fatica a beneficio di un dolce far niente. Attenzione però: qui lo scansafatiche è anche magnifico, quindi eccezionale, creativo, brillante.

Perché così è l’infanzia: un territorio scintillante costellato di possibili, seppure a volte improbabili, attività, un richiamo continuo al gioco e al divertimento, una traccia fittissima di scoperte da portare a compimento, un promessa senza fine di imperdibili distrazioni, un mondo popolato da personaggi fantastici che non sono meno reali dei parenti o dei compagni di classe. Un luogo dove il tempo non è mai abbastanza per far tutto e dove gli impegni imposti sono, il più delle volte, solo un fastidioso ostacolo alla corsa libera e gioiosa che ogni bambino vorrebbe compiere.

In questo scenario si muove il piccolo protagonista Andrea, che poi altro non è che l’autore da piccolo. E si muove perfettamente a suo agio, così vivace, irriverente, curioso e autentico da risultare adorabile.

lavativo1

A partire dalle piccole ribellioni e dai giochi selvatici degli anni della scuola materna (che poi, a quei tempi, ancora di chiamava asilo), fino alle amicizie, le letture, le passioni e gli interessi del periodo delle elementari, per arrivare al tempo ibrido delle scuole medie, dove non si è “né carne e né pesce” e i primi richiami all’età adulta fanno a botte con il non ancora tramontato amore per i giocattoli e i passatempi infantili.
Si passa attraverso la scoperta entusiasmante degli eroi dei fumetti, i primi videogiochi, la passione per il mondo egizio, i travestimenti di carnevale, gli album di figurine dei calciatori, i giochi di ruolo, i libri preferiti, la musica, le cene di classe e tanti altri brevi ed esilaranti episodi – una pagina o poco più – tutti perfettamente intonati al periodo di vita raccontato.

lavativo3

Un albo godibilissimo per chi, come me, è stato ragazzino negli anni 80, e potrà ritrovare tanti particolari e riferimenti cari e familiari, che causeranno di certo un piacevole amarcord.
Ma indicato anche per chi è bambino oggi, nel duemila e passa, perché certi sentimenti, lo spirito scanzonato, l’anelito al gioco e alla libertà, alla piena espressione della propria fanciullezza non hanno tempo e prescindono da qualsiasi scenario.

Inoltre la forma letteraria del fumetto e lo stile divertente e umoristico, rendono il libro facilmente apprezzabile anche da quei lettori un po’ ritrosi, che si spaventano facilmente davanti ad un testo troppo fitto.

Ancora, la lettura condivisa dell’albo può essere una bella e preziosa occasione per ricordare, insieme ai nostri figli, l’età della nostra infanzia, per ridere insieme e scoprire uno spirito comune che crea legame e complicità e fa da apripista alla comunicazione.

Il tratto rapido, deciso, vivace ed espressivo di Tono Pettinato rende le vignette ironiche e movimentate, fitte di testo ma comunque facili e gradevolissime da leggere, ricche di particolari comici e intelligenti.

(età consigliata: da 9 anni)

Se il libro ti piace, compralo qui: Il magnifico lavativo

Annunci

3 pensieri su ““Il magnifico lavativo” di Tuono Pettinato, Topipittori

  1. A me è piaciuta la scena in cui la maestra convoca la madre per capire che problemi avesse il magnifico lavativo visto che nei disegni usava sempre i toni del grigio e del marrone. Un grande insegnamento per le mamme, oserei dire :D!

  2. It seems u fully understand a lot related to this particular topic and this demonstrates thru this particular blog, titled “Il magnifico lavativo di
    Tuono Pettinato, Topipittori Libri e Marmellata”.
    Thanks a lot -Kayla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...