“L’orso con la spada” di Davide Calì e Gianluca Folì, Zoolibri

“L’orso con la spada” è un bellissimo albo illustrato che brilla sia per la forza e l’intensità della narrazione, sia per la qualità e l’originalità delle illustrazioni. Ci racconta una storia che ha il potere di tenere con il fiato sospeso, di meravigliare e di regalare uno splendido insegnamento, senza per questo perdere la lievità e la piacevolezza.

Il protagonista del libro è un orso che possiede una grossa spada. L’orso è molto fiero della sua arma e, tronfio ed arrogante, se ne va in giro a tagliare tutto ciò che gli capita a tiro. Finchè un giorno non decide di tagliare un intero bosco. Ma, reduce dalla sua scellerata impresa, tornando al fortino dove vive, lo trova raso al suolo da una piena di fiume. Subito l’orso, in preda all’ira, si convince della necessità della vendetta e si reca alla diga per tagliare in due i responsabili dell’inondazione. Ma i guardiani della diga si giustificano: non è loro la colpa, sono stati spaventati da un babirussa senza un orecchio arrivato di corsa, per questo hanno lasciato aprire la diga. L’orso allora sposta la sua ira sul babirussa….ma anche questo ha la sua scusa: è fuggito perchè la volpe l’ha attaccato con le frecce, tagliandogli anche un orecchio, perciò ha spaventato i guardiani della diga!…..E così via, ad ogni nuovo personaggio l’orso è costretto a cambiare l’oggetto della sua vendetta, l’animale da tagliare in due, perchè la responsabilità dell’accaduto deriva sempre da qualcun altro. Finchè non arriva agli uccelli, dai quali sembra tutto sia partito. Ma anche gli uccelli hanno la loro motivazione: la loro reazione, quella che ha generato la catena di eventi nefasti è stata causata da qualcuno che ha distrutto tutto il loro bosco, che ha tagliato tutti i loro alberi!
L’orso allora capisce: la colpa finale, la vera responsabilità del crollo della sua casa non è altro che sua! Per vendicarsi dovrebbe tagliarsi in due da solo! Oppure no….il grande animale feroce comprende infine che per rimediare al suo gesto non serve la vendetta ma il buon comportamento. Rimedia allora a tutti i suoi danni, aiutando gli animali danneggiati dagli eventi da lui causati con il suo comportamento irresponsabile. Fino a ricostruire anche il suo fortino, dove finalmente non vive più solo con la sua spada ma allietato e confortato dai tanti uccelli diventati suoi amici.

Un racconto di redenzione, dunque, di maturazione, nella quale il “cattivo” ha la capacità e la possibilità di cambiare, di rendersi conto delle sue colpe, di riconoscerle e di rimediare ad esse, avendo in cambio serenità e amicizia. Una storia fortemente positiva, una parabola nella quale alla fine tutti sono salvi, nessuno è punito.
Il libro ha anche il pregio di avere un finale inatteso, e quindi di meravigliare; il momento in cui si scopre che è l’orso il vero responsabile della sua rovina è insieme divertente e rassenerante e a tutti i lettori, grandi e piccini, scappa un sorriso e lampeggiano gli occhi.

Le illustrazioni poi sono bellissime, raffinate, ricche di particolari. I tratti a matita, a carboncino e gli acquerelli, l’uso del colore e del non-colore e le altre tecniche pittoriche usate rendono i disegni di questo libro davvero vari, pur mantenendo una forte ed originale caratterizzazione.

Un albo consigliatissimo, una favola che resta nel cuore, perfetta, per la sua intensità e dolcezza, per essere letta ad alta voce ai propri bambini.

(età consigliata: dai 4 anni)

Annunci

Un pensiero su ““L’orso con la spada” di Davide Calì e Gianluca Folì, Zoolibri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...